Questo sito utilizza i cookies per il funzionamento. Cliccando su Ok ne consenti l'utilizzo

Typography

Varianti: BI3 - MoncenisioBI3 - Sigerico

Informazioni pratiche

Percorso Da Como a Brindisi
Lunghezza
Regioni attraversate Lombardia, Emilia-Romagna, Liguria, Toscana, Lazio, Campania, Basilicata, Puglia
Ciclovie di Qualità Da Pavia a Piacenza, Pista ciclabile del Naviglio Pavese
Gpx del percorso http://www.bicitalia.org/yourls/francigena
Alloggi per cicloturisti
Info Guida alla via Francigena in Bicicletta, di Camilla Torelli, Ed. Terre di Mezzo
 

Il percorso principale costituisce nella sua interezza la parte italiana della EuroVelo Route n°5 che porta il nome latino Via Romea Francigena.

Il percorso prende le mosse da Como poiché si rendeva necessario un collegamento con la rete europea essendo la ciclovia parte di un itinerario EuroVelo. In Svizzera il percorso nazionale n° 3 collega Basilea con Chiasso e rappresenta il miglior collegamento con il Nord Europa. Da Como si raggiunge Milano e da Milano lungo la strada alzaia del Naviglio Pavese in gran parte ciclabile si arriva a Pavia. Si segue ora il tracciato più famigliare per la Via Francigena secondo il cosiddetto percorso di Sigerico (vedi variante omonima) il vescovo delle Isole Britanniche che lasciò un diario del suo viaggio di pellegrinaggio da Canterbury a Roma. Si arriva alla cascina di Corte Sant’Andrea a ridosso dell’argine maestro del Po dove è possibile prenotare un traghetto per passare in sponda piacentina. Se il traghetto non è disponibile si prosegue sull’argine maestro lombardo verso l’abitato di San Rocco al Porto fino al ponte di Piacenza ora dotato di una bella ciclabile opportunamente raccordata con gli argini ciclabili. Da Piacenza raggiungiamo l’abbazia di Chiaravalle presso Alseno di Fiorenzuola d’Arda quindi Fidenza con la splendida chiesa romanica dedicata a San Donnino ricca di bassorilievi che rappresentano, tra gli altri, pellegrini in cammino. Da Fidenza si abbandona la pianura per salire al passo della Cisa passando per Fornovo, Bardone, Berceto su strade secondarie.

Varianti

Su questa direttrice si innestano altri tracciati in qualche modo legati a percorsi “Romei” da nord ovest: in particolare le direttrice cosiddetta di Sigerico ovvero Aosta Vercelli Corte Sant’Andrea, ma importante è una via che dal Moncenisio attraversa Piemonte e Liguria per unirsi all’itinerario principale a Sarzana/Luni. (si vedano le varianti corrispondenti).
In Toscana si scende a Pontremoli quindi Lucca, San Miniato, San Gimignano, Siena, Acquapendente, Bolsena, Roma.

Da Roma si prosegue verso sud est lungo il corridoio della via Prenestina. Per impegnare la ciclabile per Fiuggi. I passaggi successivi sono Cassino, Venafro, il Volturno, vedi: http://www.cicloviadelvolturno.it/web/ quindi Benevento ricca di monumenti romani e longobardi da dove recuperiamo la via Appia per Melfi, Gravina, Matera, Taranto, Brindisi dove le due colonne romane segnano la fine del nostro viaggio.

Variante valle d’Itria: al percorso tarantino rispettoso dell’Appia romana si affianca la variante per Brindisi che attraversa un’area in realtà famosa in tutto il mondo per i trulli. Gioia del Colle, Alberobello, Cisternino, Ostuni sono le località toccate da questa variante.